Una Grecia debole fa gola alle mafie. La Stampa 10.07.2015

Una Grecia debole fa gola alle mafie. La Stampa 10.07.2015

La gran parte del dibattito sul perché salvare la Grecia si è concentrato sui rischi per l’Euro (contagio); alcuni hanno invocato ragioni culturali, altri ragioni umanitarie. Infine si è discusso di ragioni geopolitiche. Ben pochi hanno sottolineato un altro ordine di ragioni: la sicurezza.

Con una Grecia indebolita e fuori dall’Euro e magari anche dalla UE, c’ è il rischio non astratto di avere uno Stato quasi fallito nel centro dell’Europa, troppo debole per proteggere i propri confini e sopratutto non in grado di difendere la legalità e combattere la corruzione. Questo mi sembra un argomento cruciale, che dovrebbe essere usato anche da Tsipras. La lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione passa anche attraverso una Grecia a pieno titolo parte del progetto europeo, con leggi comuni, come ad esempio sul riciclaggio e sul mandato di cattura europeo, e una Grecia pronta a collaborare con i partner su questi temi in organismi come Eurojust e Europol. Come ha scritto La Stampa domenica, vi sono potenti gruppi criminali che approfitterebbero di una Grecia debole ed isolta, dove il tasso di corruzione è già alto ed è cresciuto dal 2012 ad oggi (vedi dati di Trasparency International http://www.transparency.org/cpi2014/results ).

Coloro che in Grecia accarezzano l’idea di una uscita dall’Europa dovrebbero pensarci due volte. Tsipras dovrebbe fare della lotta all’illegalità un punto fondante del suo programma. E per fare questa lotta in maniera seria ci vogliono risorse economiche e un progetto per ridurre corruzione e crimine organizzato in Grecia. Le prime possono venire dalla UE, il secondo dal governo greco.

"Un'analisi profonda"

Roberto Saviano, Repubblica

Visit me on Facebook Follow me on Twitter Subscribe to Syndicate